Modalità di invio dei campioni

Modalità di invio dei campioni (Ref.: www.iata.org.)

Per l’invio di campioni diagnostici al nostro Istituto, raccomandiamo di volervi attenere alla normativa vigente, che regola il trasporto dei campioni diagnostici (IATA-DGR nr. 650: Istruzioni d’imballaggio) e che impone l’utilizzo di contenitori specifici e marcature definite (“DIAGNOSTIC SPECIMEN – UN 3373”, “DIAGNOSTIC SPECIMEN PACKED IN COMPLIANCE WITH PACKING ISTRUCTION – 650”).

In caso contrario gli stessi non saranno accettati.

Tutto ciò al fine di:

  • garantire la sicurezza del personale coinvolto nelle operazioni di spedizione e di trasporto;
  • impedire la dispersione di agenti infettanti o potenzialmente infettanti nell’ambiente;
  • far sì che il materiale giunga a destinazione nei tempi e nelle condizioni ottimali al fine di poter essere analizzato, garantendo la sicurezza del personale di laboratorio ricevente.

Se l’invio avviene tramite spedizione, il corriere stesso, una volta informato del trasporto di campioni diagnostici, potrà fornire i contenitori adatti.

Se si tratta di trasporto locale (tramite “camminatore” o veicoli), le regole da osservare sono:

  • Utilizzo di contenitori per il campione impermeabili e a tenuta stagna; se il campione è costituito da una piastra, essa deve essere opportunamente sigillata.
  • Nel caso in cui il contenitore del campione è una provetta, essa deve essere chiusa e collocata in una rastrelliera che la mantenga in posizione verticale; i contenitori dei campioni e le rastrelliere devono essere posti in scatole robuste e a tenuta stagna di plastica o di metallo e ciascuna scatola deve essere etichettata in relazione al contenuto ed accompagnata dalle schede con i dati del campione.
  • Qualora, per il trasporto del campione, sia previsto l’uso di veicoli, la scatola deve essere sistemata in modo fermo e sicuro nel veicolo stesso e, a bordo, deve essere presente un kit fornito di materiale assorbente, disinfettante a base di cloro, contenitore per rifiuti, guanti da lavoro resistenti e riutilizzabili.

Modulistica

I campioni devono essere accompagnati dai seguenti modelli, compilati e firmati in ogni loro parte:

  • Informativa ai sensi del D.Lgs. 196/2003 e consenso (Mod. 27)
  • Consenso Informato all’esecuzione dei test genetici (Mod. 80)
  • Richiesta analisi genetica molecolare (Mod. 25)
  • Richiesta analisi citogenetica prenatale (Mod. 29-DP)
  • Richiesta analisi citogenetica postnatale (Mod. 29-SP)
  • Consenso alla DP amniocentesi (Mod. 31)
  • Informativa e Consenso Informato Array-CGH in prenatale (Mod. 98)

N.B.: se le analisi richieste sono erogate in regime di accreditamento con SSR, è necessario allegate la richiesta del medico curante (vedi Modalità di accesso alle prestazioni).