Studiare, diagnosticare e prevenire

le malattie genetiche ed eredo-familiari

La nostra ricerca

3 settembre 2015

Identificata una nuova funzione del gene “Rasd2” regolato dagli ormoni tiroidei che influenza la struttura e la funzione di aree cerebrali coinvolte in disturbi psichiatrici

Lo studio è frutto della collaborazione tra il Ceinge di Napoli, l’IRCCS Casa Sollievo della Sofferenza e le Università di Bari, Pisa e Napoli


30 giugno 2015

SLA: conclusa la sperimentazione di fase I con cellule staminali cerebrali

L’Associazione Revert Onlus e l’IRCCS Casa Sollievo della Sofferenza di San Giovanni Rotondo, assieme alla Fondazione Cellule Staminali di Terni comunicano che venerdì 5 Giugno 2015 è stato trapiantato nel midollo spinale cervicale, con cellule staminali cerebrali, il diciottesimo ed ultimo paziente affetto da Sclerosi Laterale Amiotrofica (SLA)


20 maggio 2015

Schizofrenia: una nuova scoperta sulle possibili cause e cure

Una nuova scoperta sulle possibili cause della schizofrenia grazie al lavoro congiunto di Ceinge, Università degli Studi Federico II di Napoli, Seconda Università degli Studi di Napoli, Università degli Studi di Bari, IRCCS Ospedale Casa Sollievo della Sofferenza e Istituto Italiano di Tecnologia.


Comunicazione Istituzionale

19 agosto 2015

ISBReMIT svilupperà e produrrà nuovi farmaci per patologie neurodegenerative, malattie genetiche e tumorali

L’intervista al professor Angelo Vescovi, direttore scientifico dell’IRCCS Casa Sollievo della Sofferenza


30 marzo 2015

Trattamento dell’emicrania cronica con Tossina Botulinica

Si stima che l’emicrania cronica coinvolga il 3% della popolazione adulta mondiale e interessi oltre 2 milioni di italiani.


30 gennaio 2015

Nuovo test prenatale non invasivo

Dal 30 gennaio è possibile effettuare il Test Prenatale Non Invasivo (Non Invasive Prenatal Test – NIPT) presso la sede dell’Istituto C.S.S. Mendel, attraverso un semplice prelievo di sangue a partire dal compimento delle dieci settimane di gestazione.
Il test è rivolto a tutte le donne in gravidanza, naturale o medicalmente assistita (anche eterologa), singola o gemellare (non più di due feti).